image

Juventus-Lazio & Roma-Juventus: il PAGELLONE in Gioco Pericoloso delle sfide delle romane ai bianconeri.

18 maggio 2017 1239 52 Nessun commento

Description

In attesa della puntata di questa sera in onda su Teleroma 56 a partire dalle 21.00 la redazione di Gioco Pericoloso vi presenta le proprie Pagelle delle sfide che, nel giro di tre giorni, hanno visto per ben due volte i bianconeri impegnati allo Stadio Olimpico.

Domenica sera Roma-Juventus valeva come primo match point in Campionato per la Juve: ai bianconeri di Allegri bastava un punto per laurearsi matematicamente Campioni d’Italia per la sesta volta consecutiva.

Mercoledì sera Juventus-Lazio valeva per la conquista della Coppa Italia Tim 2017.

Partiamo da quest’ultima…

 

Finale di Coppa Italia

JUVENTUS-LAZIO 2-0

a cura di EMILIANO DONATI

STRAKOSHA 7.5: Tiene in gara la Lazio con almeno 4 interventi decisivi. Magistrale per due volte su Higuain…

 

BASTA 5: Sovrastato da Alex Sandro…90 minuti di pura sofferenza.

 

DE VRJI 6: Cerca di tenere a galla il suo reparto. Prova a giocare d’ anticipo e spesso ci riesce…Non sfigura mai davanti alla corazzata bianconera.

 

BASTOS 5.5: Duello tutto muscoli con Mandzukic…Non va malissimo ma quando serve emergere non da mai la sensazione di poter essere una guida sicura.

 

WALLACE 5: La sua zona è presidiata a turno da Dybala e Dani Alves. Facile cadere nei loro tranelli…Impreciso sui passaggi.

 

PAROLO 5: Non era in condizione per giocare: fa sprecare un cambio alla Lazio…

 

BIGLIA 6: L’ ultimo ad arrendersi…Contrasta Marchisio e spesso ne esce vincitore. Alla lunga soffre il dinamismo di Rincon. Altra finale persa…Una maledizione!

 

MILINKOVIC 6: Pronti via e serve a Keita la palla dell’ uno a zero che si stampa sul palo…Affronta i campioni Juventini come un veterano…Spesso però è impreciso come raramente gli capita.

 

LULIC 4.5: Si dimentica Dani Alves e mette la gara in salita. Prova a riprendersi ma sia i vari cambiamenti tattici sia una condizione fisica inferiore ai suoi dirimpettai lo rendono il peggior interprete della gara…

 

KEITA 6: Abbandonato in avanti col compagno Ciro prova a fare quel che può…Un conto però è affrontare Fazio, un altro è il muro bianconero…Peccato per quel palo colpito nei primissimi minuti.

 

IMMOBILE 5.5: La mette sull’ agonismo…Lotta come un leone, ma quando ha la palla giusta per riaprire la contesa se la divora facendo fare un figurone e Neto…

 

FELIPE ANDERSON 6.5: Lasciarlo fuori è una bestemmia…il più pericoloso una volta in campo.

 

RADU 5: Dal suo ingresso in campo non ne indovina una…Viene sempre saltato dagli avversari.

 

LUIS ALBERTO 6: Bene il suo ingresso…Sta crescendo e si dimostrerà un buon colpo per la prossima stagione…

 

 

INZAGHI 5: Se con la Juve provi a difenderti perdi…Allora tanto vale giocarsela…Il cambio Parolo-Radu con la Lazio in svantaggio è cervellotico quanto utile…solo per la Juve.

 

 

Serie A – 36ma giornata

ROMA-JUVENTUS 3-1

a cura di FLAVIO MARIA TASSOTTI

Una Roma maestosa, ciclopica e straordinaria massacra la Juventus (3-1), riprendendosi il secondo posto e rimandando i festeggiamenti tricolore alla Signora, incenerita dalle gesta di De Rossi e compagni. In una serata così perfetta, stavolta, il miglior in campo è l’intera squadra, autrice di una prestazione superba.

 

Szczesny 7,5 – Tiene la Roma a galla nel momento più difficile, sgonfiando, con i pugni, i missili di Higuain. In pieno recupero compie una prodezza proprio sull’argentino, congelando il 3-1!

 

Rudiger 7,5 – La mossa più rischiosa, visto il rendimento della Roma con il teutonico sulla fascia destra. Stavolta, però, l’intuizione di Spalletti è quella vincente, perché il tedesco si mangia Mandzukic, impaurito dalla cattiveria del difensore giallorosso.

 

Manolas 7,5 – In coppia con Fazio non fa, quasi mai, muovere Higuain.

 

Fazio 7,5 – Giganteggia su ogni pallone, specialmente quando la sfera si alza. Ha una sola incertezza, nell’arco della gara, quando si lascia scavalcare dal lancio di Sturaro, che dà il via allo 0-1. Tuttavia, la sua entrata su Lemina, ad inizio ripresa, fa capire alla Juve che stasera non è aria per fare festa.

 

Palmieri 7,5 – Una spina nel fianco per Cuadrado, che perde ogni tipo di duello col brasiliano. Spinge con una costanza impressionante.

 

De Rossi 8 – Musica, maestro! Detta i tempi ed invita i compagni a fare pressing su tutti i portatori di palla avversari. Ha il merito di pareggiare l’incontro e di far riprendere fiducia alla Roma, nel suo momento più complicato.

 

Paredes 7,5 – Veloce di pensiero e di esecuzione: l’argentino, oggi, sfodera una prova magnifica, forse trascinato anche da una grandissima squadra.

 

Salah 8 – Si batte contro tutta la difesa bianconera. Sembra non riuscire mai a trovare la giocata giusta, specialmente nel primo tempo ma, nella ripresa, con Spalletti che lo sposta a svolgere il compito di centravanti, diventa una scheggia impazzita che Bonucci e Benatia non lo riescono mai a contrastare. Geniale il suo assist per il 3-1 di Nainggolan.

 

Nainggolan 8 – Non era al meglio e si vede in qualsiasi situazione di gioco. Tuttavia, estrae il coniglio dal cilindro incenerendo Buffon con un destro potentissimo!

 

El Shaarawy 8 – Lavoro sporco a tutto campo. Oggi il Faraone si mette a disposizione della squadra e limita le discese di Lichtsteneir prima, e Dani Alves dopo. Il gol del raddoppio giallorosso porta la sua firma ed è dannatamente importante ai fini del risultato.

 

Perotti 6,5 – Non era al meglio, ma fa quello che il mister gli aveva richiesto, ovvero uscire dai blocchi per far inserire i suoi compagni a tutta velocità.

 

Grenier sv.

 

Jesus sv.

 

Totti sv.

 

Spalletti 9 – Giù il cappello! Il mister, criticato aspramente dall’ambiente per l’intera settimana, disegna una Roma perfetta sotto ogni punto di vista. Batte Allegri in parte del campo, mandando in tilt la retroguardia juventina, che non riesce mai a chiudere sugli inserimenti costanti dei giallorossi. Oggi è la vittoria di tutti i romanisti, ma è anche, e soprattutto, il successo di Luciano Spalletti, un grandissimo allenatore, che, purtroppo, la Roma perderà a fine anno…

56 Live